Marocco: restaurata sinagoga a Fez, ''Segno della nostra tolleranza''

 


 1ASCA-AFP) - Fez (Marocco)
Il re del Marocco Mohammed VI ha salutato oggi la conclusione dei lavori di restauro della sinagoga della citta' di Fez, sottolineando la ''diversita''' e la ''tolleranza'' del suo paese. I due anni di lavoro per il restauro del luogo di culto ebraico di Slat Alfassiyine e' ''una eloquente testimonianza della integrita' spirituale e della diversita' del regno del Marocco e del suo patrimonio'', ha detto il re in un messaggio letto dal primo ministro islamista Abdelilah Benkirane, alla presenza del presidente del Parlamento tedesco, Norbert Lammert, il cui paese ha finanziaro in parte i lavori. ''Le tradizioni secolari della civilizzazione del Marocco traggono la loro essenza dal fatto che i marocchini sono profondamente legati a valori come la coesistenza, la tolleranza e l'armonia fra le diverse componenti della nazione'', ha aggiunto ancora il re. La nuova costituzione adottata nel 2011 ha riconosciuto l'ebraismo come parte della identita' nazionale del Marocco, dove vivono circa 3.000 persone di fede ebraica. Nella prima meta' del ventesimo secolo erano quasi 250 mila e oltre diecimila vivevano a Fez.

Marocco: restaurata sinagoga a Fez, ''Segno della nostra tolleranza ...

Marocco. Riaperta a Fez la sinagoga: per Mohammed VI è “ricchezza della diversità”

 urante la cerimonia di inaugurazione della sinagoga “Slat Alfassiyine”, tenutasi oggi a Fez alla presenza del presidente del Parlamento tedesco, Norbert Lammert, il re del Marocco Mohammed VI ha voluto sottolineare con un messaggio letto dal Capo del governo Abdelilah Benkirane il significato di questa inaugurazione che dimostra “l’interesse particolare” che il Regno riserva al “patrimonio culturale e spirituale della comunità ebraica marocchina”.
“La realtà ebraica – si legge nel comunicato del sovrano – riconosciuta nella nuova Costituzione del Regno adottata nel 2011, rappresenta uno degli affluenti secolari dell’identità marocchina e per questo noi auspichiamo la ristrutturazione di tutti i templi ebraici nelle diverse città del Regno, non solo luoghi dei culto, ma anche degli spazi di dialogo culturale e di rinnovo dei valori fondanti della civiltà marocchina”.
Re Mohammed VI ha quindi reso omaggio a coloro che hanno contributo alla ristrutturazione della sinagoga: “Vogliamo salutare questa lodevole iniziativa – ha detto – il cui merito è della Fondazione del patrimonio culturale giudaico – marocchino. Nello stesso momento ringraziamo il Governo della Repubblica Federale di Germania e le eminenti personalità ed istituzioni, per gli sforzi impiegati nella rimessa a nuovo di questo monumento storico, in cui la costruzione risale al XVII secolo”. Infatti la restaurazione della sinagoga di “Slat Alfassiyine” è stata realizzata grazie a donazioni della Germania, della comunità ebraica di Fez, della Fondazione Jacques Toledano, di Serge e Jacques Berdugo e della famiglia Simon Levy. La medina di Fez è dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’Uman

Marocco. Riaperta a Fez la sinagoga: per Mohammed VI è ...

 

 

 

 

 

Commenti

Post popolari in questo blog

Akiva Eldar : L'Europa ha rinunciato ai palestinesi

Ben Caspit :Mentre continuano gli attacchi israeliani a Gaza, la Jihad islamica risponde con i missili

Haaretz: continua l'attacco a Gaza, missili in Israele e 25000 riservisti