Yossi Sarid: Adorare un idolo chiamato 'consenso'

 Yossi Sarid

Sintesi personale
 Yossi Sarid : Worshipping an idol called ‘consensus’

 Con l'avvicinarsi delle elezioni, è arrivata la voce di tradimento. Chiunque non appoggi  Likud-Beitenu è "di sinistra", e chi è "left" è un traditore e un anti-semita. Se non ci fossero state critiche  , nulla sarebbe trapelato all'esterno . Se  Haaretz non avesse calunniato  il paese, il male non sarebbe stato scoperto. Conosci già i nomi dei tuoi nemici e distruttori della memoria.

Questa campagna di accuse è guidata da ministri in miniatura, il cui gridare evidenzia  carenze nella loro adeguatezza politica. Il primo ministro  questa settimana invitava   "tutti  sionisti" a sostenere i suoi progetti di costruzione a Gerusalemme e  i "blocchi di insediamenti", perché elementi importanti  del consenso  e tutti coloro che hanno perso la strada dovrebbero seguirlo.


Gerusalemme  chi ne  conosce i  confini? Dal 1967 è andato al di là di ogni limite, è scoppiata verso ovest, est, nord e sud, oggi è una metropoli . I blocchi non hanno limiti  si moltiplicano e si espandono .

Ho  una richiesta per  Bibi: quando  parla a nostro nome , non parli a mio nome, parli  a nome del suo governo, perché i governi vanno e vengono e il paese rimane nonostante il governo. Vogliamo  ancora restare qui, nonostante tutto. Se il giudaismo è il giudaismo, noi siamo gli alieni, se il sionismo è il sionismo, noi siamo i sovversivi. L'Israele dei tuoi sogni, Bibi , non è il nostro Israele, né lo sono  i  nostri sogni. E c'è un'altra possibilità: forse  tu sei lo straniero,  tu sei il sovversivo, saremo tutti giudicati dalla storia che deciderà la controversia esistente tra  noi.
Si potrebbe pensare che il consenso nazionale è la tavola di pietra  con i Dieci Comandamenti, abbiamo  imparato che anche loro a volte devono sostituiti da quelli nuovi, a volte non c'è altra scelta, quando Dio diventa un vitello e la gente si siede  a mangiare e a bere,
Abbiamo una lunga esperienza con il consenso  e dei sacrifici che richiede . Abbiamo ballato selvaggiamente con tutte le nostre forze per i  primi insediamenti perché questo è ciò che Golda , Galili e Peres, i sacerdoti della follia, ci hano detto di fare. Eravamo convinti  che nessun popolo palestinese fosse mai esistito , che non ci  sarebbe stato  mai un loro  stato, che parlare  con i suoi rappresentanti era   vietato,  che dal Sinai non ce ne  saremmo mai   andati . Abbiamo  seguito ciecamente Sharon  nel  Libano, così abbiamo marciato insieme in tutte le "guerre superflue", come dice Netanyahu. Disprezzo  tutti loro per la loro ignoranza.Non mi sono mai unito a loro e non lo farò mai. I blocchi di insediamenti, come i tumori  saranno sottoposto a una cura ,se questo non avverrà   moriremo . E le mura di Gerusalemme sarà ancora custodita dai guardiani della comunità internazionale, perché non è solo nostra.
Questo  consenso è il golem delle masse che i politici creano per i propri bisogni  e che cosa può eventualmente emergere dal consenso, che è sterile per natura? E quante innovazioni e idee ha il consenso concepito e dato alla luce?





Commenti

Post popolari in questo blog

Il prigioniero Zakaria El Zebedi invia un messaggio tramite i suoi avvocati agli israeliani: ′′ Da Facebook ( in ebraico e inglese)

Tom Pessah : Chi ha combattuto nel 1948? Un libro sfata l'usuale narrazione

Yuval Harar : . La soluzione a tre classi .

Odeh Bisharat : l nuovo antisemitismo israeliano: un ginocchio sul collo di un vecchio