Israele : coloni contro la partecipazione del Bnei Akiva alla commemorazione di Rabin



Sintesi personale

Bnei Akiva youth against Rabin memorial
 Alcuni  membri del movimento giovanile Bnei Akiva sono furiosi per la  decisione presa dal segretario generale, Danny Hirshberg, di  partecipare alla manifestazione commemorativa per l'uccisione del primo ministro Yitzhak Rabin  . I giovani di Itamar hanno inviato una lettera dai toni  accesi  per protestare contro questa iniziativa:
"Yitzhak Rabin  ha lavorato per la creazione di un 'entità  araba che cerca incessantemente di distruggere la Stato di Israele   causando  l' uccisione vile   di  ebrei .Non c'è motivo  per partecipare ad un evento che i glorifica  il nome di una persona che ha lasciato alle spalle: disfattismo nazionale , 'vittime di pace 'per il bene di Oslo .  Noi ,come  membri di Bnei Akiva, vi chiediamo di rappresentare  gli studenti  del vostro movimento con orgoglio senza inchinare  la testa  al radicalismo di sinistra che punta all'adozione del patrimonio  di Yitzhak Rabin.
Come possiamo  noi di Itamar  sventolare la bandiera del movimento  sapendo che il segretario generale sostiene    chi è  direttamente responsabile del nostro dolore?Yitzhak Rabin simboleggia l'opposto dell' unità ,  ha scelto di dire addio ai suoi fratelli ebrei  consegnando ai   nemici le armi, il territorio e gli strumenti politici per distruggerli.L'unità è importante, partecipare e impegnarsi in un dialogo con le diverse parti della società israeliana è importante, ma  se  gli architetti di Oslo non esprimano   rammarico per le loro azioni possiamo partecipare a una tale  manifestazione? Vi invitiamo a cancellare la vergognosa partecipazione al rally in memoria di Yitzhak Rabin."
Il coordinatore ha firmato la lettera a nome dei giovani del movimento e "per conto di chi non può più parlare."Gli studenti  di Itamar ricordano che  20 degli abitanti dell'insediamento sono stati uccisi dopo la firma degli accordi di Oslo. Uno di questi è Yoav Fogel  assassinato lo scorso anno con i suoi genitori e fratelli.
In una lettera di risposta Hirshberg ha chiarito che il rally non glorifica Rabin :
"Anche se il motivo per il raduno è l'assassinio, l'elemento di fondo  è come gestire  la  chiamata inequivocabile per la salvaguardia della democrazia.Noi non ci sentiamo in colpa per l'omicidio di un primo ministro in Israele. Sentiamo il dovere di informare la società israeliana che le differenze possono e devono essere chiariti in un dialogo tra fratelli."
Rabbi Avichai Ronsky ha  espresso il suo sostegno per il Bnei Akiva segretario generale in una lettera: 
"L'assassinio di un primo ministro  ferisce gravemente il nostro paese, incide  sul delicato e complesso sistema  di relazioni tra i diversi gruppi della società israeliana per cui è fondamentale impegnarsi  perchè ciò non si ripeta. La nostra forza è nell'unità anche in presenza di forti differenze . Non dobbiamo isolarci dal resto di Israele

2   20.000 israeliani Sabato sera celebravano nella piazza del municipio di Tel Aviv il memoriale di Rabin. Contemporaneamente migliaia di israeliani, religiosi, ortodossi, coloni, nazionalisti, amanti della grande Israele si riunivano  presso la tomba di Rachele. La societa' israeliana e' profondamente divisa e in questa divisione gli arabi c'entrano poco o niente. Articolo

 3 
Jerusalem Post. Questa sera al memoriale di Izchak Rabin c'erano oltre 20.000 partecipanti. Danny Hershberg, segretario generale del movimento Bene' Akiva: "Condanniamo senza mezzi termini chi colpisce palestinesi innocenti, chi lancia pietre sui nostri soldati, chi incendia moschee e chi semina odio tra fratelli. Abbiamo ribrezzo per l'ideologia malata di Yigal Amir".


Allegati
 Rabin's sister: We learne...
 Labor candidate moves to bar Ben-Ari for racism







Commenti

Post popolari in questo blog

Il prigioniero Zakaria El Zebedi invia un messaggio tramite i suoi avvocati agli israeliani: ′′ Da Facebook ( in ebraico e inglese)

Zuheir Dolah : ha 76 anni e resiste da anni al tentativo di confisca israeliana. La storia di Hayel Mahmoud Bisharat ,

Yuval Harar : Esame per Yom Kippur, giustizia e fedeltà tribale, etica e interesse

Alberto Negri: L’«anglosfera» fa fuori anche Fincantieri