Gideon Levy: la mancanza di prospettive future sta facendo di Israele uno stato a termine


 Sintesi personale    Non c'è nessun paese come Israele. Gli Stati Uniti  si domandano  quanti americani saranno disoccupati e quanti avranno l'assicurazione sanitaria, l'Europa si sta chiedendo quanti  altri immigrati arriveranno  e se l'euro resisterà  entro il 2022. In Israele  i problemi esistenziali sono incommensurabilmente più profondi e ampi, ma nessuno si preoccupa di  affrontarli.Qualcuno sa se Israele resterà una democrazia nel prossimo  decennio? Sarà uno stato laico o uno stato basato sulla legge ebraica? Sarà un welfare state o uno stato capitalista? Tutto è aperto, fluido , allarmante e fragile.  Uno Stato senza un  (chiaro)  futuro che sguazza nel passato e si concentra   sul presente corrisponde a uno Stato a breve termine . La  settimana scorsa  mi sono unito ai  i pellegrini diretti ad Hebron la vigilia di Pasqua.Nel bus, uno di loro, utilizzando un termine dispregiativo per gli arabi ,disse ad alta voce: "Tutta la Arabushim , appena nata ,deve essere inviata ai frantoi di pietra direttamente dall'ospedale" Last week I joined the pilgrims to Hebron on Passover eve. In the bus, one of them, using a derogatory term for Arabs, said loudly: "All the Arabushim should be sent to the stone crushers straight from the hospital, as soon as they're born." The whole bus roared with laughter. Some passengers muttered at us, a reporter and a photographer, the only secular people on the bus: "Collaborators, there are collaborators on the bus." Nobody protested, naturally.  " L'autobus intero scoppiò a ridere. Alcuni passeggeri mormorarono   contro di noi, un giornalista e un fotografo, le uniche persone secolari sul bus: "Collaboratori, ci sono collaboratori ". Nessuno protestò, naturalmente.  Le migliaia di pellegrini a Hebron con le loro miriadi di sostenitori, appartengono a un'altra nazione, senza alcuna connessione o somiglianza con la nazione di Tel Aviv. Ogni società ha una estrema destra oggi, ma in una piccola, fragile società  come la nostra , questo potrebbe diventare fatale. Qualcuno può garantire che il tono ostile non si trasformerà nel  tono prevalente? Chiaramente stiamo andando in questa direzione ,ma   nessuno sta facendo nulla per fermare lo sfacelo della democrazia , nessuno ferma questa  Israele  che si avvia a diventare una paria, ancor più di quanto non lo sia già. Oggi, quando 650 agenti di polizia coraggiosamente si precipiteranno  a bloccare una manciata di attivisti dei diritti umani colpevoli  solo di  aver cercato di recarsi  a Betlemme , poche persone protesteranno  per fermare la vergogna.L'immagine di Israele viene plasmata senza alcuna discussione. La maggiora parte, se è ancora maggioranza, tace  .La domanda dove stiamo andando rimane senza risposta.

Commenti

Post popolari in questo blog

Verso il bordo della guerra: Provocare l’Iran per che cosa? Per chi? | Richard Falk – Centro Studi Sereno Regis

Trascrizione completa dell’incontro sull’accordo per il petrolio tra estrema destra italiana e Russia

Eric H. Yoffie Opinion Come chiamate un rabbino che protegge e difende i terroristi ebrei?