SINAI: ARRESTI E VITTIME TRA MIGRANTI DIRETTI IN ISRAELE

     1Sono quattro i migranti africani uccisi ieri dalle forze di sicurezza egiziane secondo diverse fonti di stampa africane. I quattro stavano tentando di superare la frontiera che divide l’Egitto da Israele e secondo alcune fonti non si sarebbero fermati ad alcuni spari di avvertimento; restano però da chiarire i motivi che avrebbero portato i poliziotti egiziani a colpirli mortalmente.Alcuni giorni prima, 21 migranti sudanesi erano stati bloccati nei pressi del valico di Rafah, punto d’accesso alla Striscia di Gaza: secondo le testimonianze di cui dà notizia la stampa egiziana, i migranti avevano pagato 700 euro circa a testa ad alcuni trafficanti perché li aiutassero a raggiungere Israele. Quest’ultima sta costruendo un muro lungo il tratto di confine che condivide con l’Egitto e ha deciso la costruzione di una prigione dove detenere i migranti entrati irregolarmente.
            
SINAI: ARRESTI E VITTIME TRA MIGRANTI DIRETTI IN ISRAELE   
   2  Amnesty International denuncia: centinaia di migranti muoiono al confine con Israele Diversi gruppi di attivisti per i diritti umani, tra cui Amnesty International, sostengono che le cifre ufficiali relative ai migranti uccisi dalle forze egiziane al confine con Israele, non rivelano la gravità del bilancio.Diverse  testimonianze parlano di uccisioni quotidiane. Sigal Rosen, dell'Ong "Moket", ha dichiarato all'agenzia Irin " credo fortemente che ci siano centinaia di morti non dichiarate.   "Il portavoce del ministero degli Esteri egiziano, Hossam Zaki, ha risposto a queste affermazioni sostenendo che "la protezione dei confini dell'Egitto è limitata dai trattati e dalle convenzioni internazionali". Si apre il fuoco sui migranti, continua Zaki, "solo dopo che hanno ignorato l'ordine di fermarsi" . Human Rights Watch sostiene che anche in questo caso, non costituendo l'attraversare il confine un pericolo grave e immediato alla sicurezza, aprire il fuoco è illegale  . Nonostante il grande rischio che la rotta egiziana comporta, sono da 400 a 600 le persone che riescono ad entrare in Israele illegalmente ogni mese. La cifra dei richiedenti asilo attualmente sul suolo israeliano oscilla tra i 17 mila e i 24 mila.  



Commenti

Post popolari in questo blog

Il prigioniero Zakaria El Zebedi invia un messaggio tramite i suoi avvocati agli israeliani: ′′ Da Facebook ( in ebraico e inglese)

Zuheir Dolah : ha 76 anni e resiste da anni al tentativo di confisca israeliana. La storia di Hayel Mahmoud Bisharat ,

Yuval Harar : Esame per Yom Kippur, giustizia e fedeltà tribale, etica e interesse

Alberto Negri: L’«anglosfera» fa fuori anche Fincantieri