Zvi Bar'el : l'apartheid del Sud Africa è già qui, in Israele


Centinaia di migliaia di cittadini in Israele, sono soddisfatti  della legge sulla cittadinanza, sono contenti che il disegno di legge, quando passerà , consentirà la discriminazione verso gli arabi che vogliono comprare una casa in una comunità ebraica e la maggioranza dell'opinione pubblica ritiene MK Hanin Zuabi sia un traditore. Dove erano tutte queste persone, mentre i fascisti sfilavano per Umm al-Fahm? Improvvisamente, non è piacevole farsi vedere con coloro che riflettono esattamente lo spirito del tempo? Avrebbero dovuto partecipare a questa marcia il ministro degli Esteri Avigdor Lieberman, MKS Anastassia Michaeli e David Rotem, la leadership dei coloni, i seguaci del rabbino Ovadia Yosef, i capi e gli abitanti delle comunità ebraiche in Galilea, così come i proprietari di case a Tel Aviv e a Ra'anana che si rifiutano di affittare gli appartamenti agli arabi. Ahimè, solo 1.300 partecipanti si sono presentati , insieme alle forze di polizia che li ha protetti. In verità essi semplicemente non hanno bisogno di un'altra dimostrazione. Il movimento di apartheid sta assumendo la forma giuridica. Si tratta di passare da apartheid volontario, che nasconde la sua bruttezza attraverso giustificazioni di "differenze culturali" e "abbandono storico",ad un apartheid obbligatorio, che non richiede più alcuna giustificazione.In Sud Africa nel 1950, i bianchi avevano paura anche degli immigrati bianchi, perché non erano portatori di idee liberali , ma soprattutto temevano i neri. la comunità insulare bianca aveva adottato una serie di leggi che avevano lo scopo di preservare la propria purezza. Nel 1949, il divieto di matrimoni misti è stato approvato, nel 1950 e nel 1957 venne sancito il divieto di rapporti sessuali interrazziali . Nel 1950, ogni cittadino veniva classificato in base alla razza . Nel 1953 il Bantu Education Act fu approvato stabilendo che i neri avrebbero ricevuto una formazione diversa e di minore qualità rispetto ai bianchi, e nel 1950 il Gruppo Aree Act fu approvato stabilendo dove ogni gruppo razziale poteva vivere : 3,5 milioni di neri furono espulsi dalle loro case.Con notevole ritardo, il sudafricano Group Areas Act costituisce in Israele la base per sancire nuove leggi. Una persona non può acquistare più terra, costruire una casa o anche affittare un appartamenti in piccole comunità nel caso che la commissione di assorbimento si opponga alla loro presenza. Secondo Adalah - il Centro Legale per i Diritti delle Minoranze arabe in Israele, la legge "proteggere" 68,3 per cento di tutte le comunità".Il resto della comunità e, soprattutto le grandi città, dovranno continuare , ad applicare l'apartheid volontario. Ma prima o poi , come hanno fatto in Sud Africa, si troverà una soluzione adeguata . Sarà possibile, per esempio, concedere ad associazioni di proprietari il potere di determinare chi può comprare o affittare un appartamento in un edificio .Così, mentre il governo di Israele sta cercando di ottenere un riconoscimento palestinese per la sua identità ebraica, sta costruendo al suo interno la doppia identità di Stato. Una autonomia protetta per la maggioranza ebraica e una stentata autonomia per la minoranza araba.

Israel is quickly defining the borders of the Arab autonomy and through apartheid legislation it is granting the Arab minority a legal standing of enclaves with lesser rights; of a cultural-ethnic region which, because it is being expelled from the broader who, can also demand international recognition for its unique standing.

Commenti

Post popolari in questo blog

Zuheir Dolah : ha 76 anni e resiste da anni al tentativo di confisca israeliana. La storia di Hayel Mahmoud Bisharat ,

Sophia Goodfriend : Quando il discorso politico palestinese è "incitamento". Mohammad Kana'neh

Yuval Harar : Esame per Yom Kippur, giustizia e fedeltà tribale, etica e interesse

Combatants for Peace : portano l'acqua ai Palestinesi di Hebron, arrestati. Il teschio come simbolo dell'esercito Testimonianza di Mossi Raz