Quinto giorno di scontri a Hebron . Unesco preoccupato : video



Per il quinto giorno consecutivo a Hebron ci sono stati scontri fra palestinesi e forze di sicurezza israeliane. I palestinesi protestano contro la decisione israeliana di includere la Tomba dei Patriarchi e la Tomba di Rachele nel proprio patrimonio storico, in vista di un restauro. Si tratta di luoghi sacri sia ai mussulmani che agli ebrei, e si trovano nei territori occupati da Israele nel 1967.I palestinesi accusano il governo di Benjamin Netanyahu di volersi appropriare dei siti. Il primo ministro palestinese Salam Fayyad si è recato alla moschea di Abramo, per esprimere lo sdegno dell’Autorità Nazionale:“Questa moschea e le altre di Hebron, Burin o Gerusalemme est sono parti inalienabili del territorio palestinese che è stato occupato nel ’67”.Per questa decisione Netanyahu è stato criticato all’interno come all’estero. Anche l’UNESCO ha espresso preoccupazione. Israele, Unesco preoccupata da riabilitazione santuari religiosi ..Quinto giorno di scontri a Hebron video I settler, la violenza, l'impunità, il fondamentalismo e il terrorismo israeliano
2 L’Unesco ha esternato viva preoccupazione per il piano israeliano annunciato pubblicamente dal primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu martedì scorso riguardo al riabilitare i santuari religiosi ebraici nei territori occupati dalla West Bank in Israele. Le Nazioni Unite ritengono che la decisione israeliana potrebbe far fallire i tentativi di riaprire i colloqui di pace.L’Unesco ha esternato viva preoccupazione per il piano israeliano annunciato pubblicamente dal primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu martedì scorso riguardo al riabilitare i santuari religiosi ebraici nei territori occupati dalla West Bank in Israele. Le Nazioni Unite ritengono che la decisione israeliana potrebbe far fallire i tentativi di riaprire i colloqui di pace Israele, Unesco Preoccupata Da Riabilitazione Santuari Religiosi West Bank Attriti Tra Israele E Palestinesi, Per Un Progetto Di Netanyahu Che Tocca La Cisgiordania
3 Si terrà oggi a Hebron, nel sud della Cisgiordania, e non a Ramallah, come d’abitudine, la riunione settimanale del governo dell’Autorità nazionale palestinese (Anp). Lo hanno reso noto responsabili dell’ufficio di presidenza di Mahmoud Abbas precisando che la decisione “costituisce una gesto simbolico, contro il tentativo israeliano di appropriarsi dei luoghi santi cristiani e musulmani”. L’annuncio segue una settimana di tensioni e scontri tra palestinesi e forze dell’ordine israeliane, dopo l’annuncio del primo ministro Benjamin Netanyahu di voler iscrivere la tomba dei Patriarchi di Hebron, venerata anche dai musulmani, e la Tomba di Rachele a Betlemme, nella lista dei siti patrimonio storico nazionale da tutelare. Intanto, resta alto il livello di allerta nella città vecchia di Gerusalemme, teatro nel fine settimana di disordini verificatisi sulla Spianata delle Moschee fra alcune decine di fedeli musulmani e un reparto della polizia israeliana. Il bilancio degli scontri, causati dall’intenzione di coloni ebrei di irrompere sulla Spianata, a cui è seguito un lancio di pietre contro la polizia israeliana è stato di una ventina di palestinesi feriti o intossicati dai gas lacrimogeni e le pallottole di gomma, esplose dagli agenti. Nella notte, una guardia civile israeliana è stata ferita lievemente da spari che hanno colpito la jeep a bordo della quale viaggiava nel rione palestinese di Silwan, a ridosso della città vecchia di Gerusalemme. LUOGHI SACRI: RIUNIONE DI GOVERNO A HEBRON, TENSIONI A GERUSALEMME Tensione alta a Gerusalemme dopo gli incidenti di ieri

Commenti

Post popolari in questo blog

Valigia Blu : Cosa sappiamo delle prove della virologa cinese, Li-Meng Yan, sul virus fabbricato in laboratorio

Valigia blu : Progetto Pegasus, l’inchiesta sullo spyware che controlla tutto e minaccia la democrazia

Yossi Melman :l' Istituto israeliano per la ricerca biologica e gli esperimenti di antrace sui militari

Israele scompare dalla mappa: diplomatici palestinesi censurati a Londra