Gideon Levy : “Disperdere nubi di fosforo bianco su Gaza.” ovvero la Hasbara del governo israeliano


Se avete un momento o siete annoiati o depressi, se avete il sospetto che ci potrebbe essere qualcosa di vero nelle critiche fatte a Israele, o vi sentite semplicemente come se steste per scoppiare in una sonora risata, basta entrare nel sito web del Ministero dell’Informazione e della Diaspora.Ci troverete una innovazione di proporzioni globali – della propaganda programmata per fuorviare gli attivisti e relazioni pubbliche per ingannare gli esperti in Pubbliche Relazioni, piuttosto che i potenziali interessati. Nicolae Ceausescu non avrebbe potuto esprimerlo meglio, e la stazione radio del Cairo che, prima della Guerra dei 6 Giorni, trasmette minacce in gergo ebraico, mai sarebbe sembrata così ridicola. I regali del Ministero dell’Informazione: un insulto all’intelligenza, il disprezzo della ragione – non solo dell’intelligenza del “popolo d’oltremare” per il quale è finalizzata questa propaganda da quattro soldi, ma anche nei nostri confronti, auto proclamati ”ambasciatori” d’Israele. Se questo è il messaggio ufficiale che proviene da Israele, allora noi siamo veramente nei guai. Se questi sono i nostri argomenti, allora tutti coloro che ci criticano hanno ragione. Esistono dei ministri dell’informazione e della propaganda, ma solo nel terzo mondo. Benvenuta, Israele. Sesso, bugie e videotape? Non c’è gran che sesso su questo lato, ma una gran quantità di tutto il resto – miscelato con cose di poco conto, mancanza di gusto e provincialismo imbarazzante.Come daremo inizio alla nostra ricerca di informazioni? Forse con la lista dei primati – 15 milioni di sacchi di Bamba prodotti in un mese – 1000 sacchi al minuto di quello spuntino per bambini al gusto di burro di arachidi. Stiamo anche incrementando la forza di Krembo – 50 milioni per stagione di quelle delizie al caramello gommoso ricoperto di cioccolato. Da sentirsi gonfiare il cuore per l’orgoglio. Non c’è nulla di simile al mondo. Una terra di latte, Krembo e Bamba. E allora, perché non venite a farci visita solo per il Krembo? Può darsi che finirete per apprezzarci per il Bamba. L’attrice Ayelet Zurer sta andando bene a Hollywood, e un altro israeliano è campione mondiale nella coltivazione del cotone. E un depilatore che “fa felici le donne in tutto il mondo” è stato inventato in Israele. Procediamo oltre “ il tipico calore israeliano”, “i nostri tremendi successi nazionali” e la nostra produzione di datteri (182 Kg ad albero) - completamente finalizzati ad aprire le menti dei nostri critici e di chi ci odia. In propaganda ci si comporta come vuole la propaganda, Goldstone non è citato, l’occupazione si è dissolta. Il Golan è “una terra di ruscelli d’acqua”, i palestinesi sono “rifugiati invasori provenienti dai paesi arabi”, la Galilea è la Toscana, e il Mar Morto è una meraviglia su scala mondiale, tutto nostro. Le trasmissioni televisive, accompagnando questa deludente passeggiata, ci narrano che il mondo pensa che noi si vada a dorso di cammello (perché non abbiamo sentito parlare delle automobili), si mangi carne cotta sul barbecue (perché non abbiamo la corrente elettrica) e ci spariamo l’un l’altro (perché siamo fatti in questo modo) Bene, non c’è una briciola di verità in tutto ciò. Come è facile confutare le bugie del cammello e del barbecue, perché chi crede ancora che Israele sia fatta così? Chiedilo a un qualsiasi coltivatore di tè nello Sri Lanka o a un produttore di banane nel Cameroon ed entrambi ti racconteranno che Israele è considerato come un fornitore mondiale di armi, una forza politica ed economica, uno stato che occupa ed opprime. si può solo desiderare che essi ci abbiano considerati come cammellieri e persone dedite al barbecue. Sarebbe di gran lunga meglio che noi si andasse via. Ma queste bugie sono facili a smentire, così andiamo avanti con loro – diversamente rimarremmo intrappolati nelle accuse di crimini di guerra e di violazioni dei diritti umani. Confutare quelle è un’impresa molto ardua, quasi impossibile. In effetti, del tutto. Il ministro israeliano della propaganda ha un “suggerimento” pure per problemi di questo tipo. La sua arma per il giorno del giudizio: “Il linguaggio del corpo non è meno importante del contenuto. “Conserva uno sguardo sostenuto, distendi le mani, sorridi solo quando lo dici seriamente e cerca di conservare una espressione gentile. In questo caso le nubi di fosforo bianco su Gaza si disperderanno.Ora seriamente, nonostante questa propaganda priva di significato, le Relazioni Pubbliche israeliane sono una storia di strepitoso successo. Il mondo accetta tutti i nostri cavilli e capricci. La grande Russia venne costretta a ritirarsi dalla Georgia, ma non Israele dai Territori. Gilad Shalit ha ottenuto una fama mondiale come se non ci fosse nessun altro prigioniero di guerra al mondo, e perfino l’isteria per ciò che riguarda l’Iran proviene da Israele.

Così, per che cosa abbiamo bisogno di tutto questo Bamba e di queste storie di cammelli? Lasciateci continuare a fare le nostre cose – occupare, bombardare, lanciare proiettili da mortaio, costruire colonie, usurpare ed espellere. Al peggio, potremo sempre tirare fuori Ayelet Zurer, Krembo e il depilatore fabbricato in Israele, perché noi siamo veramente il popolo eletto.

Notizie da Israele: disperdere nubi di fosforo bianco su Gaza

Commenti