Gideon Levy : speriamo che Obama non sia amico di Israele


Sintesi personale
La marcia del provincialismo è iniziata subito: l'unica domanda che Israele si pone è questa: Obama è un bene o un male per noi? Hanno parlato i politici, gli analisti con la cautela che la situazione richiede cercando di calmare tutti i timori e le preoccupazioni, accentuando l'importanza della nomina di un figlio dellI 'rgun, auspicando l'inserimento nell'amministrazione di Dennis Ross ,Dan Kurtzer e Martin Indyk, Ma sullo sfondo, una nube scura sovrasta tutto . Attenzione, pericolo. L'uomo che parla di diritti umani, che preferisce la diplomazia alla guerra, che vuole il dialogo con l'Iran, che auspica maggiori finanziamenti per i bisogni sociali degli americani, piuttosto che esportare armi, non può essere quell' ' "amico di Israele" che abbiamo imparato ad amare a Washington e al quale ci siamo abituatiQuando diciamo che qualcuno è un "amico di Israele" intendiamo con questo termine uno che è fan del suo linguaggio basato sulla forza, un sostenitore di tutti i suoi deliri regionali , pronto a dare al nostro Stato carta bianca per qualsiasi avventurismo e per continuare a respingere la paceLa verità è solo questo: il timore che questo Presidente incalzi Israele perchè ponga fine all'occupazioneIsraele è il più grande amico di i George W. Bush, Non vi è nessun altro paese dove questo uomo, che ha causato una serie di catastrofi, sia stato accolto con tanto rispetto. Solo in Israele. Bush è considerato con tanto prestigio perchè ha permesso l'inutile guerra in Libano, non ha impedito la costruzione degli avamposti, forse ,in segreto, ha incoraggiato Israele a bombardare l'Iran, non ha fatto pressioni per proseguire i colloqui di pace, non ha biasimato gli omicidi mirati , ha sostenuto l'assedio di Gaza , ha partecipato al boicottaggio di Hamas, eletto democraticamente Il Presidente che ci piace è quello che ci permette di fare ciò che vogliamo Questo è il classico amico di Israele, un amico che è un nemico : nemico della pace e nemico di Israele. Ora spero che Obama sia un vero amico di Israele in grado di impegnarsi per la soluzione del conflitto con i palestinesi, di risolvere la questione iraniana con il negoziato , così come con la Siria, di contribuire a porre fine all'assedio di Gaza e al boicottaggio di Hamas: la vera amicizia si dimostra nel criticare, quando è necessarioSe utilizzerà il suo potere per far cessare l'occupazione ,se ricorderà che i diritti umani e civili si applicano anche ai palestinesi, non solo ai neri americani ,allora potrà iniziare la pace in MO ,luogo dove si alimenta il fondamentalismo e ill terrorismo internazionale , e nel mondoUn vero amico di Israele ha bisogno di ricordare che Israele può essere "l'unica democrazia in Medio Oriente", ma non nel proprio cortile. Che accanto a Sderot, che ha visitato,c' è Gaza. Che "valori comuni" non devono includere una crudele occupazione. Che l'amicizia non significa sostenere automaticamente tutto ciò Quindi ci diano uno presidente americano che non sia un altro terribile "amico di Israele", uno che non segue ciecamente le posizioni della lobby ebraica e del governo israeliano. Lei ha promesso il cambiamento, o no i?

Commenti

Post popolari in questo blog

Ahmad Tibi : Ho cancellato il mio tweet, ma Israele è giustamente sospettato di aver ucciso bambini

Akiva Eldar : L'Europa ha rinunciato ai palestinesi

Ben Caspit :Mentre continuano gli attacchi israeliani a Gaza, la Jihad islamica risponde con i missili

Alex Kane and Mari Cohen ( Jewish Currents ) : L'offensiva israeliana a Gaza: una spiegazione- Una operazione che ha ucciso decine di palestinesi.