Con Gideon Levy : fuoco sui pescatori palestinesi


Sintesi personale
Il giovane pescatore è ora in ospedale, pallido e debole, con una gamba ingessata  e saldata con viti di ferro.  Soffre molto . Sua  madre non lascia  il suo capezzale. Un medico palestinese  cieco  gli fa fisioterapia e lo incoraggia  a camminare. Il dolore è insostenibile , lui chiede, quindi,  di tornare a letto In mare non c'è mai stata  una tregua, le forze israeliane continuano a sparare  sui  pescatori  di Gaza, che stanno cercando di strappare al mare il cibo . Circa  40.000 pescatori sono stati privati dei loro mezzi di sussistenza. Prima dell'assedio , essi pescavano  3.000 tonnellate di pesce l'anno; ora   solo 500 tonnellate.La stagione di pesca inizia con l'avvento dell' '  inverno, quando i  pesci migrano  dal delta del Nilo e   dalla  Turchia verso i Gaza. Ma pochi di essi restono  ora impigliati  nelle reti : la maggior parte del pesce si trova a circa 10 miglia , una  zona off -limits per i pescatori: sei miglia è il limite massimo imposto da Israele, L'assedio rende difficile ottenere carburante per i pescherecci, e anche il mare è inquinato da 50 milioni di litri di acque fognare  che   si riversano ogni giorno, dopo il crollo delle  infrastrutture nella Striscia di Gaza.I  mercati del pesce sono chiusi   in Israele  per i commercianti di  Gaza. Costanti sono gli attacchi alle  barche  come denuncia  il   Movimento di Solidarietà Internazionale (ISM)  Come tutti sanno, l'occupazione di Gaza è terminato, e la Striscia è stata completamente liberata.
Mohammed Masalah   ha 19 anni è  il figlio di un pescatore . Suo padre non va più in  mare  e così lui  va tre o quattro volte alla settimana a pescare di notte, perchè la mattina studia. Se va bene cattura 15 Kg di pesce , se va male 2 KG . Il punto di arresto è a 1800 metri dalla spiaggiaLa notte del mese di ottobre   i due giovani pescatori  hanno raggiunto il limite   territoriale consentito da Israele, senza oltrepassarlo, Improvvisamente  hanno  visto lampeggiare una luce rosse  e  , senza preavviso, la Marina israeliana ha incominciato  a sparare  ad una distanza di 70 metri  Masalah  è colpito ad una gamba, il dolore è straziante. Il cugino ha  iniziato  a remare velocemente per allontanarsi, La sparatoria è durata 20 minuti circa Finalmente sono giunti a riva.  Ricoverato all'ospedale  di  Khan Yunis.il medico ha riferito  a Masalah  di essere costretto ad amputargli la gamba. I familiari hanno chiesto di rinviare l'operazione  nella speranza di  ottenere il trasferimento in una struttura sanitaria israeliana. L'autorità palestinese ha rifiutato di pagare per questo  suggerendo  un ospedale a Gerusalemme Est  Ci sono voluti tre settimane per raccogliere tutte le autorizzazioni necessarie a lasciare Gaza  per un giornoOra  Masalah e sua madre  sono  "illegalmente presenti" a Gerusalemme est. Lui ha subito una sola operazione, ma ne sono necessarie altre due

Commenti

Post popolari in questo blog

Zuheir Dolah : ha 76 anni e resiste da anni al tentativo di confisca israeliana. La storia di Hayel Mahmoud Bisharat ,

Il prigioniero Zakaria El Zebedi invia un messaggio tramite i suoi avvocati agli israeliani: ′′ Da Facebook ( in ebraico e inglese)

Yuval Harar : Esame per Yom Kippur, giustizia e fedeltà tribale, etica e interesse

Alberto Negri: L’«anglosfera» fa fuori anche Fincantieri