Tom Segev: Kafr Qasim ,la tragedia palestinese e la responsabilità storica di Israele


SINTESI(punti essenziali)
Il 29 ottobre 1956, dopo le 5 P.M., parecchi residenti di Kafr Qasim stavano tornando a casa dal lavoro, ignari che fosse stato decretato il coprifuoco per l'inizio della guerra del Sinai . I soldati li fecero allineare e cominciarono a sparare : 47 (compresi donne e bambini) arabi israeliani furono uccisi.Un piano ,in realtà, "di emergenza "per espellere gli arabi in Giordania. La risonanza in Israele di questa tragedia determinò la consapevolezza che fosse lecito rifiutare disobbedire agli ordini di un superiore ,se questo presupponeva l'uccisione di civili ,Tuttavia l'IDF non sta facendo abbastanza per consolidare nei militari l'obbligo di rifiutare ordini illegali : migliaia di palestinesi innocenti sono stati uccisi a Gaza e in Cisgiordania ,così come alcuni dimostranti arabi , cittadini di Israele che, ancora oggi non godono gli stessi diritti dei cittadini ebrei, anzi Israele insiste nella formula "stato ebraico e democratico"Tuttavia le scuse di Peres lasciano sperare in un primo passo verso la riconciliazione tra ebrei e Palestinesi .La maggior parte degli Israeliani disconosce la responsabilità storica di Israele nell'aver originato sia la tragedia palestinese sia il problemi dei rifugiati. Questa rimozione è molto nociva, ostacola la "correzione" delle ingiustizie ,ma: chiedere perdono, non danneggia

HAARETZ:

 Quote Of The Day For 29 October: Safsaf And Kafr Qasim

Commenti

Post popolari in questo blog

Gad Lerner : commento sulla vicenda del piccolo Eltan sequestrato dal nonno materno e ora in Israele

Sophia Goodfriend : Quando il discorso politico palestinese è "incitamento". Mohammad Kana'neh

Haaretz : Israeli Grandfather Absconded 6-year-old Survivor of Italy Cable Car Accident on Private Jet

Over 100 international law experts sign letter against West Bank annexation