Francesca Paci:"L'antico e raffinato popolo dei palestinesi"


Un archeologo israeliano ha scoperto preziosi manufatti appartenenti ai filistei, i progenitori degli abitanti di Gaza e Cisgiordania
La letteratura popolare israeliana vuole che i palestinesi non fossero un vero e proprio popolo prima della nascita dello Stato d'Israele: sarebbe stato proprio lo scontro con i pionieri dei primi kibbutzim a dare consapevolezza identitaria a una popolazione di pastori e contadini all'epoca abbastanza rozzi. Secondo la Bibbia i filistei, gli antenati dei palestinesi nel regno del re David, erano genti "non circoncise", non civilizzate, nemici giurati degli ebrei che abitavano la zona. E molti studiosi identificano con i filistei i progenitori degli attuali palestinesi. Oggi, la scoperta di un'archeologo israeliano, il professor Aren Maeir, responsabile del dipartimento di Storia antica dell'università di Bar Ilan, rovescia il cliché e fa discutere parecchio: i filistei non erano affatto naiv ma raffinari al punto da essere talvolta "imitati" dagli ebrei. Il professor Maeir, che in uno scavo nel nord d'Israele ha appena ritrovato ceramiche e terracotte appartenti ai filistei, sostiene che fossero "più sofisticati e sviluppati dei contemporanei cananei e soprattutto dei progenitori degli israeliani, i quali talvolta copiavano le loro ricette, lo stile della pittura, l'abilità artigianale". C'era uno scambio culturale insomma, c'era un incontro. Tanto che, spiega ancora Maeir, "Sansone combattà duramente i filistei ma per ben due volte sposò vedove filistee

Commenti

Post popolari in questo blog

Zuheir Dolah : ha 76 anni e resiste da anni al tentativo di confisca israeliana. La storia di Hayel Mahmoud Bisharat ,

Il prigioniero Zakaria El Zebedi invia un messaggio tramite i suoi avvocati agli israeliani: ′′ Da Facebook ( in ebraico e inglese)

Yuval Harar : Esame per Yom Kippur, giustizia e fedeltà tribale, etica e interesse

Alberto Negri: L’«anglosfera» fa fuori anche Fincantieri