Il forum israeliano -palestinese dove uomini e donne si incontrano


Un nuovo ponte e' stato costruito da quelli che piu' d'altri sono stati provati dal lutto, ed hanno perduto uno o piu' famigliari per conseguenza della guerra.Un forum si riunisce regolarmente e ne fanno parte palestinesi e israeliani.Aysha Hatib, psicologa residente a Nablus e madre di 6 bambini, membro del "forum per la pace", ha fatta una lunga e difficile strada per arrivare all'incontro a Ramat-ha- Sharon nei pressi di Tel Aviv.Aysha ci parla dei suoi sentimenti in seguito alla morte del fratello durante la prima intifada :" tutta la nostra famiglia impazzi' per il dolore, non riuscendo ad afferrare la sua morte improvvisa. Dopo pochi mesi un altro fratello mio, non potendo sopportare il dolore si uccise. Eravamo molto uniti, ed io persi il mio migliore amico.Nel primo anno il mio cuore era pieno d'odio contro tutti, e volevo morire per ricongiungermi con mio fratello. E' in questo periodo che appresi dell'esistenza del forum. Avendo conosciuta una signora araba che si incontrava con israeliani, pensai dapprima che fosse pazza e non compresi come fosse possibile un incontro con quelli che mi resero infelice. Non ero capace di empatizzare con una donna israeliana come me in lutto per la perdita di un figlio o fratello.Dopo averci pensato lungamente decisi di provare. In principio era una sofferenza.Poi incontrai Nurith Elkman la cui figlia resto' uccisa durante un attentato terroristico a Gerusalemme, la quale mi parlo' del suo dolore. Incominciai a comprendere i sentimenti della madre israeliana, e come non ci siano differenze fra le madri : io e voi abbiamo sentimenti, e tutti comprendiamo la necessita' di risolvere insieme i problemi affinche' il lutto non si eternizzi ed altri figli nostri vengano sacrificati.Senza il forum avrei forse educato i miei figli a divenire shayd, ma cosi' invece possiamo comprenderci."Dopo Aysha parla Anat Ben-Shacham che ha perduto 2 fratelli tankisti nella guerra del Kippur. Dopodiche' si passa a discutere sulle possibilita' di pace.Durante l'icontro si distribuiscono calendari dove sono segnate le feste ebraiche, musulmane, cristiane e druse. Con il denaro ricavato dalla vendita si sostengono i progetti del gruppo.Lo scopo del forum e' di evitare nuovi lutti dalle 2 parti ed influenzare le popolazioni ed i governi.[YNET]

2Israele: lei scrive al palestinese che le uccise il figlio

La lettera è sofferta e umana , la risposta dura, non offensiva : due realtà ancora lontane ,ma almeno un foglio crea un sottile filo per le generazioni future...si spera
Forgiveness of dead soldier's mother leaves Palestinian killer cold Associazione "Parent's Circle"

Commenti

Post popolari in questo blog

Zuheir Dolah : ha 76 anni e resiste da anni al tentativo di confisca israeliana. La storia di Hayel Mahmoud Bisharat ,

Il prigioniero Zakaria El Zebedi invia un messaggio tramite i suoi avvocati agli israeliani: ′′ Da Facebook ( in ebraico e inglese)

Yuval Harar : Esame per Yom Kippur, giustizia e fedeltà tribale, etica e interesse

Alberto Negri: L’«anglosfera» fa fuori anche Fincantieri