mercoledì 10 febbraio 2016

Zvi Bar'el: Israele sta costruendo una Giudocrazia mettendo a tacere il lutto arabo



Sintesi personale

Zvi Bar'el :Israel is building a Judocracy by silencing Arab mourning


Ora che i parassiti sono stati rimossi, almeno fino alla fine della sessione invernale, la Knesset sarà ebraica e democratica. È vero, alcuni "buoni" arabi stanno ancora camminando per i corridoi della Knesset, ma anche per loro si troverà una clausola idonea. È solo questione di tempo. La generalizzazione qui è necessaria. Senza di essa lo Stato giudocratico non può essere costituito e protetto dai suoi nemici, in particolare da quelli che stanno combattendo una battaglia di retroguardia sulla separazione tra stato ebraico e stato democratico.
Grazie ai parlamentari arabi israeliani la Giudocrazia ha fatto un passo da gigante questa settimana: ha 'ridefinito il reato per chi causa danni per l'immagine dello stato. I parlamentari arabi israeliani che sono andati nelle case di coloro che hanno ucciso gli ebrei, e non importa quale sia la ragione ufficiale della loro visita, sono stati accusati di esprimere dolore e di partecipare a una cerimonia di lutto
Lo Stato di Israele sa bene quanto sia importante il lutto nel formare la coscienza nazionale.Il.lutto per gli eroi o per i martiri costruisce e favorisce l'ethos nazionale e collettivo che ovviamente diventa pericoloso e minaccioso quando "il nemico" lo fa.
E così, sin dall'inizio dell'occupazione, Israele è stato rigoroso circa i funerali che devono svolgersi nel cuore della notte con un piccolo gruppo di partecipanti, a volte anche al di fuori delle città di origine dei morti e non sempre consente alle famiglie di erigere una tenda di lutto o di tenere cerimonie commemorative.
Il motivo, come ministro della Pubblica sicurezza Gilad Erdan ha scritto in queste pagine ,è il desiderio di evitare disordini pubblici e incitamento. Erdan ha evidenziato anche la storia della sepoltura di Baruch Goldstein, l'assassino da Kiryat Arba, come prova che lo Stato non discrimina tra ebrei e palestinesi. Erdan ci induce in errore due volte. Goldstein ha ricevuto una bella tomba in "Kahane Parco", diventato un luogo di pellegrinaggio per i suoi seguaci e a Goldstein è stato dedicato un libro , Baruch HaGever ( "Benedetto sia l'Uomo"), che continua a servire come materiale di lettura di base per la "gioventù della collina." Goldstein, insomma, è una parte inseparabile della leggenda per i coloni, una leggenda che ai palestinesi non deve essere consentito promuovere.
E 'stato proprio questo il reato grave che i parlamentari di Balad hanno commesso . Hanno preso parte al lutto dei genitori assassini '. Invece di condannare le famiglie per come hanno cresciuto i figli, l'ambiente palestinese e l'incitamento che "incoraggia" gli attacchi con coltello, invece di leggere il messaggio del primo ministro nel momento peggiore della loro vita, hanno recitato insieme la preghiera per i morti.
Loro, i parlamentari arabi israeliani, hanno contribuito ad alimentare l' ethos palestinese ed eroso quello israeliano,ma grazie a loro avremo una nuova legge che forse chiameremo "la legge nazionale Definition", per cui chi danneggia la narrazione ebraica o favorisce l'ethos palestinese per mezzo di discorsi, partecipazione a cerimonie di lutto o a preghiere sarà considerato sostenitore del terrorismo. Ecco come costruire una Giudocrazia.
Una foto di Dr. Zvi Bar'el.
Zvi Bar'el


Nessun commento:

Posta un commento