Nel 1979 il Mossad rifiuto' di uccidere Khomeini


TEL AVIV - Nel febbraio 1979, nei giorni tumultuosi della rivoluzione iraniana, il Mossad (servizio di spionaggio israeliano) respinse una richiesta del premier iraniano Shapur Bakhtiar "di fare qualcosa" con l'ayatollah Khomeini, ossia di attentare alla sua vita. Lo rivela in un'intervista al quotidiano Maariv, Eliezer Zafrir, l'ex responsabile delle attività del Mossad a TeheranKhomeini era rientrato da un lungo esilio a Parigi all'inizio del febbraio 1979 ed era stato subito accolto da manifestazioni oceaniche di sostegno. Il 7 febbraio Bakhtiar convocò Zafrir e gli chiese se il Mossad potesse "fare qualcosa" riguardo a Khomeini. "I dirigenti iraniani avevano paura, volevano che qualcuno togliesse per loro le castagne dal fuoco", aggiunge Zafrir. Ma la risposta del capo del Mossad Yossef Harmelin fu totalmente negativaSecondo Zafrir non era allora immaginabile che Khomeini avrebbe gettato le basi di una repubblica islamica di carattere totalitario. "Oggi provo rimorso, credo davvero che avremmo dovuto comportarci diversamente. Ma anche se avessimo fatto quanto richiestoci - nota - non è certo che la rivoluzione sarebbe stata bloccata"Nel 1979 il Mossad rifiuto' di uccidere Khomeini

Commenti

Post popolari in questo blog

Gad Lerner : commento sulla vicenda del piccolo Eltan sequestrato dal nonno materno e ora in Israele

Sophia Goodfriend : Quando il discorso politico palestinese è "incitamento". Mohammad Kana'neh

Haaretz : Israeli Grandfather Absconded 6-year-old Survivor of Italy Cable Car Accident on Private Jet

Over 100 international law experts sign letter against West Bank annexation