Esercito israeliano riduce l'uso dei cani contro i manifestanti palestinesi

1  Qualche mese fa Ahmed Shteiwi , durante una manifestazione,  fu bloccato, per più di dieci minuti, da un cane dell'unità speciale"Sting"  riportando ferite alla mano. L'esercito ,in seguito a quanto è avvenuto, ha deciso  di  smettere di usare i cani nelle dimostrazioni. Tuttavia, una fonte militare afferma  che è possibile in futuro tornare a utilizzarli , "ma con la museruola ."

IDF to reduce use of dogs against protesters - Haaretz Daily ...
Israeli army OK’s attack dogs as ‘non-lethal weapons’

Allegato:  

Video: dimostrante palestinese azzannato e ferito da cane dell'esercito israeliano


Kufr Kadum (Cisgiordania), 16 marzo 2012, Nena News – Cani contro dimostranti. Lo hanno deciso i comandanti militari israeliani questo pomeriggio durante una manifestazione pacifica di palestinesi e attivisti internazionali e israeliani a Kufr Kadum, un villaggio palestinese vicino Nablus minacciato dalla confisca di terre da parte delle autorita’ di occupazione. Come riferito dall’attivista israeliano Jonathan Pollak e come mostrano le immagini, i soldati israeliani dopo aver sparato lacrimogeni e proiettili di gomma per disperdere i dimostranti, ad un certo punto hanno lanciato un cane delle loro unita’ cinofile contro un palestinese. L’uomo e’ stato morso ripetutamente ad un braccio dall’animale che per diversi minuti non ha voluto lasciare la presa. E quando i soldati lo hanno liberato dal cane, il palestinese e’ stato addirittuta arrestato.
Oggi altre tre dimostranti sono stati feriti durante la manifestazione contro il Muro israeliano che si tiene settimanalmente nel villaggio di Nabi Saleh (Ramallah). Nena News
Video


3   ISRAELE: CANI ANTI-ESPLOSIVO, PER IL LORO ADDESTRAMENTO SI SEQUESTRANO VEICOLI PALESTINESI    di  .  Scritto  il  8 giu 2012  alle  6:59.


Sequestrano veicoli palestinesi per addestrare i cani a rintracciare gli esplosivi. È ciò che fanno i soldati dell’unità cinefila, subordinata al comando  (Israel Defense Forces) e di base ad Adam, ad ovest di .
A riferire di questa prassi al quotidiano palestine Haaretz è l’attivista pro-diritti umani Tamar Fleischman. Al checkpoint di Jaba, presso Ramallah, i militari fermano “a caso” i veicoli palestinesi, puntano i fucili all’interno dell’abitacolo, chiedono i documenti ai passeggeri e fanno scendere l’equipaggio.
A questo punto, introducono un oggetto contenente polvere da sparo o sostanze simili all’interno del veicolo. Un oggetto che il cane deve fiutare. Terminata l’operazione, i documenti vengono restituiti ai passeggeri che possono riprendere il viaggio. Nel migliore dei casi, il tutto duro una decina di minuti circa. “Seicento secondi con i fucili puntati contro”.
La ONG , che raccoglie le testimonianze dei soldati in servizio nei territori occupati, conferma la pratica. “Spesso i soldati Oketz presenziano ai checkpoint solo per addestrare i cani (…) Le sessioni non hanno limitazioni di tempo, a volte possono durare anche due o tre ore (…) E ciò si verifica tutto l’anno, anche quando piove o c’è una donna in cinta”.
L’ufficio del portavoce IDF, in seguito alle continue denunce, assicura che “la questione sarà esaminata attentamente. Di regola, l’Esercito effettua ispezioni ai checkpoint in  come parte della sua attività di routine, al fine di garantire la sicurezza dei cittadini di ”.
Israele: cani anti-esplosivo, per il loro addestramento si sequestrano ...

Israeli soldiers use Palestinians to train army dogs, activist says ...

4   BT’selem, :ESERCITO ISRAELIANO, LUNGO IL MURO CON I CANI

5   G.Levy: morte di un neonato,il cane e la donna

 6   Israele, raid con cani e bastoni per umiliare i detenuti palestinesi

Commenti

Post popolari in questo blog

2300 rabbini condannano la decisione di etichettare i gruppi palestinesi per i diritti umani come terroristi.T’ruah attacca NGO MONITOR

Rasha Abou Jalal : I tribunali tribali governano la Palestina con tradizioni spietate

Gideon Levy Non c’è destra o sinistra in Israele, solo sionismo e non sionismo

Jonathan Pollak : B'Tselem, Yesh Din, è ora di chiudere