Gideon Levy :ebrei e israeliani dovrebbero insegnare anche la Nakba Day nelle scuole

  Sintesi personale  È possibile e necessario insegnare nelle nostre scuole che  la creazione di Israele ha anche un lato oscuro - in modo che possiamo conoscere la nostra storia e capire la volontà dei palestinesi. Sarebbe una lezione  in grado di includere  la storia dell'altro, quella  che viene negata e repressa.  Sessanta tre anni più tardi, con il paese stabile e fiorente, ora possiamo iniziare a dire la verità tutta intera, non solo la  parte  eroica che ci conviene trasmettere.
In quel giorno sarebbe stato possibile dire ai nostri alunni che accanto a noi vive una nazione per la quale il nostro giorno di gloria  è il loro giorno del disastro.. Potremmo dire agli alunni di Israele che nella guerra del 1948, come in ogni guerra,  ci sono state espulsioni e  massacri. Sì, ci sono stati massacri: Tutto quello che dovete fare è chiedere i veterani della guerra e farvi  raccontare da loro  delle città che furono "liquidate" ,dei paesi rasi al suolo,  delle migliaia di residenti ai quali era stato promesso che sarebbe stato loro garantito  di ritornare  entro pochi giorni, una promessa che non fu mai mantenuta,  dei poveri "infiltrati" uccisi  dall'IDF perchè  cercavano di rientrare  nelle  loro case e nelle loro proprietà.
Non solo è possibile consentire ai palestinesi di Israele di commemorare il giorno del loro dolore nazionale e personale, qualcosa che dovrebbe essere ovvio, ma anche insegnare a noi, gli ebrei, la storia dell'altro
E 'possibile giustificare tutto ciò che Israele ha fatto durante la sua guerra d'indipendenza, ed è anche possibile porre domande difficili, ma è  essenziale conoscere tutto.
E 'necessario sapere che ci sono stati 418 villaggi spazzati via dalla faccia della terra, bisogna ricordare che ci sono stati più di 600.000 abitanti di questa terra che fuggirono o furono espulsi e che fino ad oggi la maggior parte di loro e i loro discendenti, vivono in condizioni terribili, portano ancora le  chiavi delle loro case perdute.Questo deve essere insegnato in modo che possiamo conoscere la nostra storia e capire la volontà dei palestinesi, Possiamo chiamare questo, "conosci il tuo nemico", ma sappiamo che dobbiamo fare questo passo
Dobbiamo sapere che  il  Fondo nazionale  ha voluto cancellare le rovine dei villaggi palestinesi  e il loro ricordo, creando  boschi per il nostro realx.  Il  nostro fiorente Parco Canada nasconde  i resti di tre villaggi distrutti da Israele dopo la Guerra dei Sei Giorni, costringendo  i suoi residenti  a salire su un autobus e espellendo loro. Possiamo anche costruire luoghi della memoria per commemorare i villaggi che non ci sono più. Si può chiedere come sia possibile che lungo la costa, tra Jaffa e Gaza, non ci sia  un solo villaggio.Dobbiamo anche chiederci perché la moschea nel cuore di Moshav Zechariya è circondata da una recinzione con il cartello, "Attenzione, la struttura non sono sicure". Possiamo anche chiedere dove i residenti di Zechariya oggi vivono, (la risposta: i poveri campo profughi Deheisheh). Ciò non costituisce una violazione della fede. Non è tradimento contro l'ideale sionista: si tratta di onestà intellettuale e storica, forse coraggiosa, ma certamente qualcosa che le circostanze richiedono.
Nel  giorno della Nakba, è possibile iniziare a raccontare tutta la verità. Se siamo così orgogliosi di questo, perché nasconderlo? E se proviamo  imbarazzo,   è giunto il momento di prendere coscienza di ciò . Solo  quando gli alunni in Israele coosceranno  la Nakba, sapremo che la terra non  brucia  più sotto i nostri piedi e che il sionismo ha completato la sua opera

Commenti

Post popolari in questo blog

Ben Caspit : Mentre i colloqui di Vienna continuano, Israele si prepara a una possibile guerra contro l'Iran, Hezbollah

Zehava Galon : La violenza dei coloni è parte integrante dell'occupazione israeliana

Haaretz : Spyware NSO israeliano trovato sui telefoni dei funzionari del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti

Aziza Nofal : Betlemme spera nel miracolo di Natale mentre la nuova variante ferma i visitatori